ENTE Bresciano Istruzione Superiore

ENTE Bresciano Istruzione Superiore (EBIS)

Costituito il 21 settembre 1967 dall'Università Cattolica del S.Cuore, dall'Istituto Toniolo, dall'Alma Tovini Domus, dall'Editrice Morcelliana, da "La Scuola" Editrice, dalla Banca S.Paolo, dalla Banca di Vallecamonica allo scopo di promuovere e finanziare la sezione dislocata in Brescia della Facoltà di Magistero dell'Università Cattolica, di concorrere alla istituzione in Brescia di una facoltà di scienze e matematica, e di favorire ogni altra iniziativa per lo svolgimento di corsi di studio superiori. L'EBIS sosteneva il funzionamento in Brescia di una sezione dislocata della Facoltà di Magistero aperta dall'Università Cattolica nel 1965 e promuoveva inoltre, ricercando intese con Enti pubblici bresciani, l'istituzione della facoltà di scienze matematiche, fisiche e naturali che, riconosciuta con decreto del 14 ottobre 1968 n. 1563 del Presidente della Repubblica, ha aperto i suoi battenti nel novembre 1971. Nel settembre 1967 l'EBIS ha sottoscritto con il Consorzio Universitario Bresciano (CUB) una convenzione che doveva portare ad un accordo di organica collaborazione fra i due enti che però in seguito decadde. L'EBIS comunque continuò un rapporto di colloquio e una ricerca d'intesa con gli Enti nella realizzazione della Facoltà di scienze matematiche, fisiche e naturali. La sede dell'EBIS è in via Cadorna, 4. Presidente dal 1967 l'ing. Adolfo Lombardi.