CALEPIO Giovanni Girolamo

CALEPIO Giovanni Girolamo

(Bergamo, 2 marzo 1732 - Palosco, 18 gennaio 1810). Di Corrado e di Giulia degli Abati. Entrò giovanissimo nel monastero benedettino di S.Paolo d'Argon, ed ebbe maestro insigne l'ab. Costantino Rotigni di cui fu segretario. Sebbene sia vissuto quasi sempre a Bergamo, egli non solo alternò periodi di riposo a Palosco dove si erano trasferiti i suoi parenti e vi morì, ma ebbe rapporti stretti con il mondo ecclesiastico e culturale bresciano. A Brescia pubblicò alcune sue opere (come "Il sepolcro di Gesù Cristo ossia spiegazione del mistero della Sepoltura", 1766 in 2 vol., " Del ritorno degli ebrei e di ciò che vi ha da porgere occasione", 1772), che suscitarono specie la seconda, vivacissime polemiche.