BRESA'

BRESA'

Maia sorghe. In tal modo sarebbero stati definiti i Bresciani durante e dopo il terribile assedio stretto da Niccolò Piccinino, capitano delle truppe viscontee, dall'inverno 1438 al 1440, quando per resistere e sopravvivere i bresciani furono costretti a mangiare lupi, cani, gatti e sorci. Aver mangiato di tali carni fu poi titolo d'onore.