BEGNOTTI Luigi

BEGNOTTI Luigi

(S.Paolo del Brasile, 1 giugno 1895 - ? ). Trasferitosi a Brescia partecipò alla I guerra mondiale come soldato e poi come ufficiale nel Trentino, sul Carso, e sull'Hermada. In un'azione del marzo 1917 a quota 208 si meritò la medaglia d'argento mentre l'11 agosto 1917 sull'Hermada fu ferito. Iscrittosi al partito fascista nell'ottobre 1920 partecipò alle prime azioni delle squadre di Brescia, fondando la squadra "Lupi", di cui fu comandante. Fece parte di diversi "Direttori" e come segretario politico del Fascio di Brescia si occupò fin dal 1923 dell'azione sindacale fascista. Fu seniore della Milizia Volontaria Sicurezza Nazionale e nel 1931 commissario della Federazione dei Fasci della Spezia. Fu primo segretario del sindacato Lavoratori Metallurgici e dell'Ufficio provinciale della Confederazione nazionale sindacati fascisti di Brescia e di Milano, presidente della Confederazione Nazionale fascista della gente di mare e dell'aria, segretario della Federazione nazionale dell'edilizia, segretario dell'Unione dei sindacati fascisti dell'Industria di Pavia. Deputato al Parlamento della XXVIII legislatura fu segretario dei sindacati dell'Industria di Como. Nel 1941 fu vice presidente della corporazione delle costruzioni edili ecc. Il 9 dicembre 1943 fu nominato dalla R.S.I. commissario della Confederazione degli industriali. Fondò e diresse i settimanali sindacali "Il giornale del lavoratore" a Brescia e "L'azione sindacale" a Milano. Scrisse: "L'ordinamento sindacale fascista" (Brescia, Tip. Bresciana, 1928); "La rivoluzione fascista" (Brescia, Tip. Bresciana s.a.).