ABATI, codice

ABATI, codice

Registro notarile del notaio Giovanni Abati, risalente alla metà del '300, di proprietà demaniale con il quale egli "roga" per il vescovo di Brescia e per Filippino Emili, segretario di Gian Galeazzo Visconti. Scomparso, fu ricercato nel 1947 dalle questure di Brescia, Napoli e Milano, e ritrovato dal barone Geremicca di Napoli. Fu acquistato col contributo di alcuni bresciani e depositato nella Biblioteca Queriniana. Più che sulla storia di Brescia, il registro contiene notizie particolarmente interessanti sulle famiglie bresciane.